sabato 23 giugno 2007

perché Silente voleva morire?

Perché Silente voleva morire?

Forse perché non gli importava aiutare Harry?

Difficile: alla fine del 5° diventa chiaro che tutte le sue scelte, giuste o sbagliate, sono state dettate dall'amore verso Harry.

Forse perché ha avuto paura e si è voluto tirare indietro?

Difficile: Silente non ha mai avuto paura di Voldemort. Anzi, Silente e Harry sono gli unici personaggi che pronunciano il nome di Voldemort. Lo fanno perché non hanno paura di lui. Semmai, è Voldemort che ha paura di Silente. Silente, lo sappiamo bene, è "the only one he ver feared".

Forse perché Silente è poco intelligente, e non si è chiesto come avrebbe fatto Harry senza di lui?

Ancora più difficile: anche Silente commette errori, ma non sembra che ciò avvenga per superficialità. Visto che non è stupido, ci avrà pensato.

Rimane solo una possibilità: la morte di Silente aiuterà Harry. In che modo? Di solito le motivazioni delle azioni di Silente si scoprono alla fine di ogni libro. Questa volta Silente non sarà lì per dare la spiegazione. Saranno i fatti a farci capire perché Silente ha voluto morire.

E così siamo a un passo dalla soluzione.

13 commenti:

Martuccia ha detto...

ciao, sono martuccia, quando ho letto che hai fatto questo blog su tutte le intuizioni e ragionamenti su harry potter 7 non ho resistito...!
dopo la risposta al mio commento sull'altro sito ho pensato a tutto il giorno a cosa potesse portare di utile all'ultima avventura di harry la morte di silente, ma ancora non ho trovato una risposta decente..!
ho pensato al prior incantatio, dato che le bacchette di voldemort e harry hanno lo stesso nucleo potrebbe riaccadere, così silente nel momento del bisogno più assoluto potrebbe riapparire e dare consigli utili a harry...oppure tornerà come fantasma..ma mi sembrano tutte supposizioni stupide nonchè banali, e dato che la nostra rowling non manca certo di fantasia non conterei su queste cose troppo banali..tu hai qualche idea???

Palantir ha detto...

Grazie del commento, Martuccia: sei la prima!

Ho delle idee, sì. Le posterò domani.

Penso però che tu abbia ragione: la soluzione non può stare in una magia finora sconosciuta che risolve tutto. Sarebbe come se in un giallo l'assassino fosse un personaggio mai comparso prima.

Invece penso che la chiave sia qualcosa che è lì davanti agli occhi.

E penso che sia qualcosa di fondamentale, qualcosa di legato al cuore del messaggio della Rowling. La soluzione in realtà è già in un post precedente...

Anonimo ha detto...

Ciao Palantir!
Come non potevo visitare il tuo blog quando vado in cerca(ovunque) di tesi o opinioni di harry potter?
SE(e dico Se) è vero che Silente abbia ciesto a piton di ucciderlo è stato sicuramente per non far saltare la sua copertura...
Allora io mi dico:se Silente ha "sacrificato" la sua vita per la copertura di Piton è per sicuramente per un ottima ragione...
Forse Silente ha pensato che piton potesse rivelarsi più utile a harry di quanto avrebbe potuto essere lo stesso silente.
Allora mi chiedo come?
Cosa farà,come riuscirà e in che modo ci riuscirà piton a essere più utile di Silente?
Sono curiosa di sapere le tue opinioni...
-Giada-

Palantir ha detto...

Giada, grazie della visita!
Perché Silente ha sacrificato la sua vita? Per salvare la copertura di Piton? Mi sembra poco. L'idea non convince neanche me. Prenderò spunto dal tuo commento per il post di oggi.

Martuccia ha detto...

ciao sono sempre martuccia..stanotte mi è venuta un illuminazione..e se piton sapesse dove sono e quali sono gli horcrux mancanti di voldemort..?dopotutto piton era sempre stato accanto a lui..il più fedele dei seguaci..perchè non dovrebbe saperlo..!e così silente lo sapeva e si è sacrificato sapendo che piton avrebbe potuto aiutare harry...no?

Palantir ha detto...

Piton ha un compito da svolgere. Silente glielo ha affidato. Il guaio è che non ci ha spiegato in che consiste. Se sapesse di qualche horcrux? Mi sembra un'ottima idea. Qualche horcrux manca all'appello...

Anonimo ha detto...

Sto visitando questo blog x la prima volta e quindi scusatemi se dovessi ripetere qualcosa di già scritto. Non credo che Silente volesse morire, ma, visto che sicuramente ha una mente "ben organizzata", è disposto a questa nuova "avventura" sia per salvaguardare la copertura di Piton che, forse soprattutto, per salvaguardare l'integrità morale di Draco impedendo che diventi un assassino. Chissà che lo stesso Draco non ci riservi interessanti sorprese ...Non credo invece che Piton conosca delle horcrux altrimenti lo avrebbe già comunicato a Silente, o no? Un saluto

Anonimo ha detto...

a Martuccia circa un'eventuale utilità della morte di Silente tramite il prior incantatio: attenzione, Silente non potrebbe riemergere da un incontro fra le bacchette di Harry e Voldemort semplicemente perché da nessuna delle due è partito l'avada che ha ucciso Silente, bensì dalla bacchetta di Piton (appena capisco meglio come identificarmi al blog provvederò, non mi piace essere Anonimo - ma non sono molto pratica). ciao a tutti danfry

Palantir ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Palantir ha detto...

Ciao, Danfry, benvenuta. Penso che, sotto lo spazio per inserire il commento, l'interfaccia di blogger ti proponga la scelta fra anonimo e altro. Se scegli altro, compare un campo per inserire il nome.

Palantir ha detto...

Danfry, la volontà di morire di Silente non è volontà di suicidarsi. Piuttosto, è volontà di accettare la morte, necessaria per proteggere Harry. Probabilmente vuole salvare la copertura di Piton, ma, come forse leggerai più avanti, penso che ci sia sotto molto di più.

Danfry ha detto...

Palantir, forse mi sono espressa male se hai inteso che io sostenessi la tesi del suicidio di Silente. Per rispondere più esplicitamente alla domanda del post: Silente non voleva affatto morire.Se però proprio non si poteva evitare, e quello era il caso, che accadesse per mano sua, di Piton, e mai di Draco o di un altro Mangiamorte. Col risultato di: 1)evitare che Draco diventasse un assassino condedendogli così la possibilità di redimersi; 2)salvare la vita a Piton, che stringendo il voto infrangibile si era obbligato a svolgere il compito se Draco non fosse riuscito (cosa sarebbe accaduto a Piton se al posto di Draco fosse intervenuto un altro Mangiamorte?); 3) Avvalorare la simulazione della fedeltà di Piton a Voldemort. Spero adesso di essermi spiegata meglio. Un saluto a tutti.

Palantir ha detto...

Danfry, ti sei spiegata bene. Ma penso che ci sia un motivo per cui Silente accetta la morte. Accettandola, ne cambia il senso. Anziché essere una sconfitta, diventa una vittoria.
I motivi di accettazione che tu hai indicato mi sembrano validi. Nel post "il segreto di Silente" provo
ad aiggungerne un altro, che potrebbe essere ancora più importante...