lunedì 25 giugno 2007

l'osso del padre è una horcrux?

Come ha già scritto una lettrice appassionata di Harry Potter, si può pensare che l'osso del padre di Tom Riddle sia una horcrux. L'incantesimo compiuto da Codaliscia servirebbe a far entrare in un nuovo corpo il frammento dell'anima di Voldemort che era contenuto nell'osso del padre. Ecco perché ci voleva il cimitero dove era sepolto il padre: per recuperare l'osso necessario.

La horcrux sarebbe così andata distrutta, non contro il volere di Voldemort, ma nel modo da lui auspicato. Il frammento di anima che era contenuto nell'osso del padre verrebbe trasferito nel corpo di Voldemort, ricavato dalla carne di Peter e dal sangue di Harry. Spero che mi sia permesso ricordare che nel linguaggio della Bibbia "carne e sangue" sono l'espressione tradizionale per indicare l'essere umano nella sua dimensione corporale. Penso che la Rowling sapesse questo: in fin dei conti è cristiana e ha studiato lettere.

Se così fosse, ci sarebbe una conseguenza di rilievo per la trama di The Deathly Hallows. Harry dovrà affrontare Voldemort: uno dei due sarà tolto di mezzo una volta per tutte. Ma non c'è speranza di togliere di mezzo Voldemort, se prima le horcrux non sono distrutte. La storia di Harry Potter 7° si delinea come una corsa contro il tempo, Harry dovrà trovare e distruggere le horcrux rimanenti, prima che Voldemort trovi lui. Se l'osso del padre è veramente una horcrux, ne rimane una di meno da distruggere.

Nel 6° Silente dice che Voldemort sulle prime non sapeva della distruzione del diario di Tom Riddle. Qualcuno ha riferito a Silente (chi, se non Piton?) che, quando Voldemort l'ha scoperto, ha riversato il suo furore contro Lucius Malfoy. Di qui Silente ha ricavato che si può distruggere una horcrux senza che Voldemort lo sappia. Ma un conto è distruggerne una, un altro è distruggerle tutte una dopo l'altra. Sarebbe azzardato pensare che Voldemort lo scoprirà nel corso di HP 7?

Che cosa faremmo allora se fossimo in Voldemort?

5 commenti:

Martuccia ha detto...

manderei qualcuno a recuperarli...magari piton??? che poi aiuta harry?nono...sto vaneggiando..ormai sono esaltata..come se dovessi scriverla io la storia!!
allora ragioniamo...sicuramente se fossi al posto di voldemort manderei qualcuno a recuperarli..però magari è talmente pieno di sè che è convinto di averli nascosti talmente bene che nessuno possa trovarli..!!
adesso sto ragionando nel posto dove possono trovarsi..
se consideriamo l'ipotesi dell'osso abbiamo un horcrux in meno....ma dove si troveranno??sicuramente in posti importanti della vita di voldemort..il medaglione era nella grotta dove da ragazzino aveva fatto spaventare i suoi compagni di orfanotrofio..l'osso (ammesso che sia vero) era nel cimitero..l'anelllo era nella casa di suo nonno se non sbaglio..il diario ce l'aveva malfoy..
se si trovano in osti importanti potrebbero essere a hogwarts? o magari nell'orfanotrofio?

Palantir ha detto...

Martuccia, dici che se fossi in Voldemort andresti a ricuperare le horcrux. Si tratta di una strategia difensiva, con cui proteggersi da Harry. Temo che Voldemort non sarebbe così buono. Un'altra possiiblità, che ripugna a te ma non a Voldemort, è uccidere Harry prima che Harry faccia progressi. Sia Voldemort sia Harry sanno che, se lo scontro finale avviene prima della distruzione dell'ultima horcrux, Voldemort non può essere distrutto. A Voldemort basterebbe costringere Harry a combattere prima di avere finito con le horcrux, no?

Martuccia ha detto...

in effetti si..mi sa che ho ragionato secondo quello ch e farei io con la mia testa,non su quello che farei con la testa di voldemort...

Anonimo ha detto...

Ciao, volevo innanzitutto fare i complimenti a Palantir per questo bellissiomo blog, che leggo volentieri, essendo anch'io appassionato di questa saga.
Tuttavia secondo me l'osso del padre non è un Horcrux, anche se, come è stato ben esplicato, recita un ruolo fondamentale nella rinascita di Voldemort.
Ricordando le parole di Silente, il Signore Oscuro sceglie i ricettacoli in cui deporre parti della propria anima con molta cura, privilegiando "beni degni dell'onore".
Ad esempio oggetti di fondatori di Hogwarts, per cui nutre un grande rispetto e li associa a idea di potenza/grandezza, oltre che di purezza di sangue.
Per me Voldemort non avrebbe potuto utilizzare l'osso del padre "Babbano e sciocco", che l'aveva rifiutato come figlio e in più gli aveva dato il suo nome; la figura del padre per Voldemort è associata a odio e disprezzo (che poi trasferisce a tutti i Babbani).
Tanto è vero che poi Tom Riddle si disfarà del suo nome, creando la maschera di Lord Voldemort.
Dal sesto libro sembra tuttavia verosimile che l'Horcrux collegato all'uccisione del Padre sia l'anello di Serpeverde (ora distrutto e quindi non più utilizzabile); a mio modo di vedere è quello l'Horcrux di riferimento per la rinascita del Signore Oscuro (che rinasce quindi dal primo omicidio, ovvero da dove aveva iniziato).
Secondo me nella fattispecie l'osso funziona come ingrediente della pozione rigeneratrice solamente perché è collegato a un omicidio, associato alla creazione di un Horcrux.
Gli Horcrux per me non si consumano nella rigenerazione; altrimenti Voldemort più che immortale sarebbe "ammazzabile" solo un certo numero di volte (pari al numero di Horcrux creati).
Inoltre non riesco a immaginare come oggetti quali il diario di Riddle, o il medaglione, o l'anello di Serpeverde, potrebbero venir utilizzati come ingredienti di pozioni "rigeneratrici", come quella usata nel quarto libro.
Posto come anonimo finché non capisco come registrarmi :) , mi firmo come:

Phoenix2

Palantir ha detto...

Caro Phoenix,
ti ringrazio del commento competente e informato, che arricchisce il nostro blog.
Domandi come firmarti con un nome (basta un nick fittizio, come phoenix). Quando vuoi lasciare un commento, si apre una schermata che ti offre tre opzioni. Se scegli la seconda, detta "Altro", si aprirà un nuova schermata nella quale puoi inserire il nick. L'e-mail non è necessario.