venerdì 29 giugno 2007

amore di madre

Vorrei tornare sull'argomento centrale, che avevo chiamato il segreto di Silente. Si tratta della chiave di volta della ricostruzione che ho proposto. Se cadesse, porterebbe con sé nella rovina l'intero edificio.

Come prima approssimazione avevo ipotizzato che il sacrificio di Silente ristabilisse su Harry la protezione che a suo tempo era stata stabilita dal sacrificio di Lily. Proponevo di stabilire un'analogia fra i due sacrifici. Ora bisogna approfondire la questione.

Il sacrificio di Lily ha protetto Harry da Voldemort, che non può neppure toccarlo. Ma non, per esempio, da altri Mangiamorte. L'ha protetto dall'assassino, non da altri. Se il sacrificio di Silente proteggesse Harry soltanto da Piton, non servirebbe a nulla. Per raggiungere il suo scopo, che è quello di proteggere Harry da Voldemort, occorre che il sacrificio di Silente abbia una portata maggiore di quello di Lily.

Lily e Silente amano entrambi Harry, ed entrambi sono disposti a dare la vita per lui. Ma ci sono anche delle differenze. Penso che le differenze si ripercuotano sulla portata della protezione lasciata su Harry.

Senza ridurre in alcun modo il valore del sacrificio di Lily Potter, vorrei ora esaminarne i limiti. Vorrei comprenderlo meglio.

L'amore di una madre è una delle forze più grandi che ci sono al mondo. Si tratta di una profondissima inclinazione, radicata nella natura dell'uomo. Una forza che comincia dalla nostra dimensione animale: nei mammiferi le madri si prendono cura dei figli. Li allattano, innanzitutto, ma non solo: li proteggono, insegnano loro a camminare e a comunicare. Da questa condotta sociale derivano importanti benefici: diventa più facile perpetuare la specie.

Quando i cuccioli sono minacciati, i mammiferi li proteggono. E la madre è l'ultima protezione. Non sempre c'è il padre, ma la madre è lì, come ultimo baluardo. Non però fino a sacrificare la vita. Per la specie è importante salvare i cuccioli, ma è ancora più importante che si salvi la madre.

L'essere umano porta più oltre questo amore. Una donna che concepisce un figlio e lo porta in grembo sperimenta la crescita del figlio, ma anche la propria. Un grande cambiamento è avvenuto in lei: è diventata madre. Quando riflette su ciò che le è accaduto e sta ancora accadendo, riconosce nella nuova realtà il bene più grande sperimentato fino a quel momento. Un bene che può dar senso alla sua vita.

Quando parliamo di senso della vita, ci collochiamo a un livello propriamente umano: è l'uomo che, con l'intelligenza, è capace di confrontare i beni che i sensi gli presentano con altri che non sono visibili. In questo modo, il bene specifico viene messo in un contesto più grande. Nel contesto più grande diventa possibile il sacrificio: si può rinunciare a un bene, per sceglierne uno più grande.

Diventa possibile persino il sacrificio della vita: la madre può amare la vita del figlio più di quanto ami la propria stessa vita. Così fa Lily, fino al punto di dare la vita per salvare Harry.

Senza nulla togliere alla grandezza del suo sacrificio, ne rileviamo un limite. Lily si sacrifica per Harry, che è carne della sua carne, sangue del suo sangue. L'amore di Lily è sommo per intensità, ma limitato quanto alla sua portata. Non va oltre i legami familiari. Il sacrificio compiuto è sommo, ma compiuto a vantaggio della sua carne e del suo sangue. La protezione che ne deriva è intensissima, ma limitata al suo sangue.

25 commenti:

feanor89 ha detto...

Secondio me bisognerebbe inquadrare bene il sacrificio di lily, protegge il figlio dall'assassinio della madre, o dal primo che attenta all'incolumità di Harry?
A mio parere è un punto fondamentale e va visto sotto la giusta ottica

Giada ha detto...

Ciao Palantir concordo con te: il sacrificio d Lily protegge Harry solo da Voldemort.
Anzi ora il sacrificio si è "ristretto": ora Voldemort, grazie al sangue preso da arry, lo può toccare senza provare dolore
E' anche vero che Voldemort non può far del male a harry nella casa dei suoi zii...

Giustamente dici che(ammettendo che Silente si sia comportato come Lily) il sacrificio di Silente protegge Harry solo da Piton..

Volevo farti notare una cosa...
L'obiettivo di Voldemort, la sera ch uccise James e Lily, era Harry.
In questo caso si, che Lily si è sacrificata per Harry.

L'obiettivo di Piton e Malfoy era Silente non Harry.
Quindi Silente non ha sacrificao la propria vita per Harry...allora non ha potuto compiere la stessa magia o incantesimo che a fatto Lily...

Palantir ha detto...

Va bene, Giada, Silente non ha potuto fare la stessa identica magia. Potrebbe avere fatto qualcosa di analogo. Non necessariamente qualcosa di meno: potrebbe essere qualcosa di più. In comune ci sarebbe il motivo, che è l'amore.
Ora stiamo cercando di mettere insieme le differenze.
Ce n'è una che balza agli occhi, ma che non è stato ancora detta...

Palantir ha detto...

Feanor, tu proponi un'alternativa. La prima possibilità andrebbe scartata: si tratta di proteggere Harry dall'assassino di Harry, non dall'assassino della madre.

Giada ha detto...

Ciao Palantir...Stai dicendo che hai notato qualcosa di nuovo?
Se la risposta è si dimmi tutto!

Livia ha detto...

Concordo pienamente con Palantir, il cardine del sacrificio è l'amore, e se Silente ha fatto tutto ciò sono certa che ci sarà un riscontro logico e pratico allo stesso tempo,non credo assolutamente che Silente abbia lasciato Harry senza alcun tipo di risorsa in grado di aiutarlo nella sua battaglia contro Voldemort...dopottutto dobbiamo ricordare che Silente stava studiando e proggettando nei minimi particolari il modo per poter sconfiggere Voldemort ma soprattutto per proteggere ed aiutare Harry a compiere tutto ciò...
Mi alleo anche io con Giada nel dire:se hai qualche nuova teoria e se hai carpito qualche nuovo elemento,dicci tutto!!!!!
Ps complimenti per la tua capacità interpretativa e logica!!!

Stylla ha detto...

Beh, la prima differenza è che sicuramente Silente ed Harry non sono parenti. La magia della protezione funziona perchè in Harry scorre il sangue di Lily, e continua a funzionare dagli zii perchè Petunia Dursley ha il sangue di Lily. Ma tra Harry e Silente non c'è nessun legame di parentela. Nelle vene di Harry non scorre il sangue di Silente. Perciò, Palantir, non so quanto si possa ipotizzare che ci sia una qualche protezione lasciata da Silente su di Harry. Se poi mettiamo in conto che ci possa essere una magia non uguale, ma analoga, allora si riapre tutto il campo delle possibilità.

martuccia ha detto...

io sono pienamente daccordo con palantir, credo che il sacrificio di silente per harry sia forse superiore di quello di lily..proprio perchè silente non è parente di harry, e quindi l'amore che silente prova per harry è completamente diverso da quello di lily!
e credo anche che la protezione non si estenda solo a piton come avete ipotizzato voi, ma per qualche ragione, probabilmente legata all'amore puro di silente verso harry (non vincolato da legami di sangue) si estenda anche a voldemort, forse proprio perchè silente non ha sacrificato la sua vita proteggendo harry come invece fece lily..ma è stato disarmato,e poi ucciso per bloccare harry e quindi per salvarlo..ma se ci pensate non è la stessa cosa..!

Livia ha detto...

Per quanto mi riguarda Martuccia ha ragione...ma bisogna sottolineare secondo il mio modesto parere il fatto che Silente non ha direttamente protetto Harry con il suo sacrificio...in fondo ha dato la sua vita per la causa!Dobbiamo dunque chiederci e riflettere su un punto ben preciso...come ho sostenuto in precednza sono più che convinta che Silente era pienamente consapevole di quello che stava facendo e che non avrebbe mai e poi mai lasciato Harry senza una possibile protezione e senza nessun tipo di risorsa per poter sconfiggere Voldemort, ma ciò non toglie che a noi sia sconosciuto il trè d'union fra il sacrificio di Silente ed Harry...mentre nel caso di Lily il legame era palese(come hai detto tu Palantir la madre muore per salvare il suo stesso sangue)in questo caso nonostante esista palesemente l'amore di Silente per Harry a noi sfugge, a mio avviso, il riscontro partico del sacrificio...(sono certa che si tratti di magia antica e potente come nel caso di Lily)Silente non è morto per salvare Harry ma soprattutto, Silente non è stato assassinato da Voldemort in persona!Ora io mi chiedo...su che base si fonda la possibile protezione globale che ha ricevuto Harry tramite la morte di Silente???

Palantir ha detto...

Giada, ho in mente qualcosa di nuovo, sì. Ma gli elementi ci sono già nei post precedenti. Ho cominciato a preparare il tema nei post sul potere di Harry e su segreto e mistero. Non si tratta in questo caso di scoprire cose non conosciute, ma di penetrare più a fondo nel senso di quelle conosciute. Bisogna farlo per gradi.

Palantir ha detto...

Livia, concordo anch'io: Silente ha pensato che cosa sarebbe accaduto dopo la sua morte. Ha pensato come aiutare Harry.

Palantir ha detto...

Brava Stylla! La verità che sta davanti agli occhi è che Silente non è il padre di Harry. Non è neppure suo parente. Come potremmo qualificare il suo amore?

Palantir ha detto...

Martuccia, tu metti giustamente in evidenza la prospettiva più ampia e più consapevole del sacrificio di Silente rispetto a quello di Lily. Non potrebbe venirne un'efficacia ancora maggiore?

Palantir ha detto...

Livia, diciamo talvolta che qualcuno ha dato la vita per la causa. Sembra molto bello. Ma la causa ha una presa sufficiente per spiengere un uomo al sacrificio della vita? Un conto è dare la vita per qualcuno, un altro è darla per qualcosa. Noi amiamo le persone e amiamo le cose, ma non allo stesso modo. Non sono amori identici. Potremmo dire che c'è un'analogia tra amore e amore. Su questa analogia penso che si fondi l'analogia fra il sacrificio di Lily e quello di Silente.

Giada ha detto...

In ogni caso credo che Silente non abbia lasciao Harry senza risorse o protezione...Silente ha deceiso che poteva affrontare la morte perchè harry è pronto...non credo che Silente abbia accettato la morte se non dopo aver preso tutte le precauzioni possibili per harry...

martuccia ha detto...

esattamente quello che intendevo palantir...è possibile che, non essendoci nessun tipo di legame di sangue tra silente e harry, e che quindi l'amore che silente provi per harry sia esclusivamente per la storia e il modo di essere di harry, non fornisca a harry una protezione ancora più potente di quella fonitagli da lily?
putroppo non so su che base si può fondare questa protezione globale, (come livia domanda)..indubbiamente è un' antica magia che solo silente conosce..!

Livia ha detto...

Bene siamo arrivati ad un traguardo...l'amore è l'elemento fondamentale(ma questo dopotutto l'abbiamo sempre saputo), ormai come hai detto tu Plantir bisogna capire come è possibile qualificare l'amore di Silente nei confronti di Harry, e solo dopo aver capito questo potremo andare sempre più in fondo alla questione fino a capire il nesso e il legame in grado di donare ad Harry la forte protezione che gli sarà necessaria per sconfiggere Voldemort!!!Diciamo la verità...ad Harry servirà qulacosa di veramente potente, Voldemort non è certamente un inetto!!!

martuccia ha detto...

ma credo che questo silente l'abbia sempre saputo..e se ha accettato di andarsene significa che ha lasciato qualcosa di utile a harry, e che crede che harry sia pronto per affrontare voldemort..altrimenti non l'avrebbe mai lasciato solo..!
e poi dopotutto silente lo dice, dice a harry che lui ha qualcosa che voldemort non ha..la capacità di amare..e secondo silente solo grazie a questa harry potrà distruggere voldemort!

Anonimo ha detto...

"He told me to do it or he'll kill me. I've got no choice."
"He cannot kill you if you are already dead.
Come over to the right side Draco, and we can hide you more completely than you can possibly imagine.
What is more, I can send members of the Order to your mother tonight to hide her likewise.
Nobody would be surprised that you had died in your attempt to kill me --
forgive me, but Lord Voldemort probably expects it. Nor would the Death Eaters
be surprised that we had captured and killed your mother
-- it is what they would do themselves, after all. Your father is safe at the moment in Azkaban...
When the time comes we can protect him too. Come over to the right side, Draco...
you are not a killer..." Malfoy stared at Dumbledore
In questa versione americana vi è una parte in più.Potrebbe rivelarsi utile.

Giada ha detto...

Ciao Palantir ma tu lo sapevi ce il proprietario della testa di porco è il fratello di silente?
Cercando notizie in internet di siente ho trovato una sceda con tutte le informazioni personali e relativa biografia:
Famiglia e vita da giovane [modifica]

Poco si sa della famiglia e della vita da giovane di Silente. È certo che abbia un fratello dotato di poteri magici, Aberforth Silente[1] (il proprietario del pub Testa di Porco a Hogsmeade); è abbastanza probabile che non sia solo figlio di Babbani ma almeno Mezzosangue. Per quanto riguarda la vita a Hogwarts, si sa che è stato smistato nella casa di Grifondoro. Le grandi capacità magiche di Silente vengono scoperte già da giovane: la professoressa Marchbanks, infatti, afferma nel quinto libro di averlo esaminato in Incantesimi e in Trasfigurazione e ammette di "non aver mai visto nessun altro fare cose simili con una Bacchetta". Dopo aver conseguito il diploma, Silente torna a Hogwarts per insegnare Trasfigurazione ed è proprio in questo periodo della sua vita che incontrerà ed inizierà a tenere sott'occhio l'allora undicenne Tom Orvoloson Riddle (Tom Marvolo Riddle). In seguito diverrà Preside di Hogwarts, succedendo a Dippet.
Trovate tutto in questo indirizzo:
http://it.wikipedia.org/wiki/Albus_Silente#Biografia

Anonimo ha detto...

Ciao,

ti lascio un'intuizione di stamattina, relativa al rapporto Piton - Lilly, che non è inerente al post ma non so dove lasciarla. Nel duello Piton-Harry dopo l'uccisione di Silente, Piton blocca l'incantesimo levicorpus di Harry e gli dice "e tu rivolti le mie invenzioni contro di me, come il tuo schifoso padre?". Significa che James aveva letto il libro di pozioni del principe mezzosangue, sicuramente grazie a Lilly, che frequentava il corso di pozioni con Piton, che a sua volta probabilmente glielo prestava. Quindi è possibile ipotizzare qualcosa di più che una semplice conoscenza fra i due, forse un'amicizia?

martuccia ha detto...

dubito che ci fosse un'amicizia tra lily e piton..infatti quando harry vede nel pensatoio di piton una scena che riguarda suo padre che sta facendo il gradasso con piton, lily cerca di difenderlo, ma piton la chiama "piccola schifosa mezzosangue"...non credo che tra loro ci fosse un'amicizia...
e poi forse dimentichi che lily inizialmente odiava james...quindi perchè avrebbe dovuto mostrare il libro di piton ad una persona che non sopportava?

andrea ha detto...

Ciao Martuccia,

anche io avevo i tuoi stessi dubbi. Però che James abbia letto il libro di Piton è un dato di fatto. O gliene parla Lily oppure lo trafuga. Ma immagini Piton che si lascia ciullare il suo amato libro? Non so, forse è una stupidata...

martuccia ha detto...

sicuramente se l'ha letto è perchè gliel'ha rubato, sicuramente non perchè gliel'ha fatto vedere lily..magari mi sbaglio eh...

martuccia ha detto...

si andrea..sicuramente se james ha letto il libro è perchè gliel'ha rubato, perchè dubito che gliel'abbia mostrato lily quando ancora odiava james...ma magari sbaglio eh..