mercoledì 23 aprile 2008

dov'è finito Palantir

Cari amici,

da qualche mese sto lavorando a un libro che mi assorbe tutto il tempo che avevo a disposizione. Purtroppo, come avete visto, non sono in grado di proseguire, per il momento. Mi dispiace di non godere della vostra conversazione. Leggo comunque i vostri messaggi.

Appena avrò finito il libro, vi farò sapere.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Danfry.
Grazie Palantir. Almeno ora sappiamo. Buon lavoro.

Martuccia (ancora io) ha detto...

ciao ragazzi!!! era un po che non entravo qui, per vari problemi di connessione e impegni!!
ma mi siete mancati moltissimo!!
anche io ti dico buon lavoro, Palantir, ovviamente mi piacerebbe avere maggiorni informazioni riguardo al libro che stai scrivendo!!!!
*me curiosa!!*
ad ogni modo ho letto i commenti al post precedente!!! tutti molto interessanti!! spero moltissimo che il sito riprenda..con nuovi quesiti e "misteri", nonostante la fine della saga!!! mi piacerebbe che ci fosse un post riassuntivo, dove vengono spiegate le nostre supposizioni, e quelle che poi avevamo azzeccato veramente!!
ma è solo un'idea ovviemente!!
buonanotte a tutti!!
e complimentissimi a Danfry..è sempre un piacere leggere i suoi commenti!!XD

il cancelliere di Efeso ha detto...

Allego un mail ricevuta da una persona che non aprrezza HP. Cosa gli si può rispondere?
"Gentile signor ,
sì ho letto Harry Potter e ne ho discusso a lungo con suoi numerosi ammiratori. Al tempo stesso tutte le personalità più autorevoli nella mia vita personale ( vive o defunte: penso al saggio di Tolkien...) hanno confermato il mio giudizio nettamente sfavorevole, arricchendolo e ampliandolo.
Comunque, sì: per me un libro che esalta la magia e la stregoneria come strade per il cammino dell' uomo è un libro comunque dal quale guardarsi bene, esattamente come lo sarebbe un libro che esaltasse l'antropofagia o la pedofilia. Si tratta in tutti i casi di atti di violenza, sopraffazione e tortura, magari una violenza pulita come la cosidetta "magia bianca". la rowling non è certamente la prima, sebbene il suo libro rappresenti un caso ed una cassa di risononza senza precedenti a questi sottile ma profonda menzogna simbolica. La trama di harry Potter ha molti elemnti positivi, ma in una struttura simbolica sbagliata nei suoi fondamenti. Non ho mai accennato ad un rogo per il libro: la signora Rowling è sacrosantemente libera di scrivere quello che ritiene più interessante e tutti possono leggerlo senza censura, ma al contempo in democrazia credo di avere il diritto di esortare caldamente chi concorda con le mie convinzioni a non leggere e a non far leggere un libro simile, e credo che su questo anche lei sia ben d'accordo.
Grazie per questa occasione di dibattito sincero. Spero che la mia posizione le risulti più chiara. questi temi occupano molta dela mia riflessione del mio cuore, per chè una civiltà deve molto alle storie che è in grado di lasciare e Harry Potter non è una buona storia, mentre quelle di Lewis o Tolkien lo sono, e davvero molto, molto."

Palantir ha detto...

Sto per consegnare il libro, ma mi domando se quest'estate avrò accesso sufficiente a internet.

Ringrazio il cancelliere di Efeso per avere sollevato l'argomento.

Non condivido la lettera ricevuta dal cancelliere. Non so chi sia l'autore, ma noto che non è di lingua italiana, per qualche errorino che fa capolino qua e là. Una congettura più precisa si può ricavare dall'espressione "il saggio di Tolkien". In italiano vuol dire "il saggio scritto da Tolkien" (Sulla fiaba?). Ma nel contesto ci vorrebbe "Tolkien, uomo saggio" oppure "il saggio Tolkien". Invece in spagnolo si direbbe "el sabio de Tolkien". Che l'autore sia spagnolo?

Sul merito della lettera, rispondo che la saga di Harry Potter non esalta la magia. Semplicemente, si svolge in un mondo in cui una parte della popolazione esercita la magia. Ora, il mero esercizio della magia non rende i maghi migliori o peggiori degli altri. Vi sono, è vero, alcuni maghi che la pensano così, come il giovane Silente e Grindelwald. Ma tale pensiero è espressamente riprovato.
Ciò che invece rende una persona migliore o peggiore è il coraggio e l'amore. Questi sono i valori. La magia non è un valore nel mondo di Harry più di quanto non lo sia l'energia nucleare nel nostro mondo.

il cancelliere di Efeso ha detto...

Ringrazio per la risposta. L'auotre della lettera citata è italiano e qualche mese fa scrisse una recensione molto negativa all'uscita del VII volume di HP, addirittura sull'OR che a dire il vero pubblico anche una recensione positiva di Paolo Gulisano.

Palantir ha detto...

Grazie della precisazione, cancelliere. Con i dati da te forniti, l'autore mi sembra ora Edoardo Rialti, che ha scritto cose simili. Vedo che in quel contesto "il saggio di Tolkien" può ben essere il saggio "Sulla fiaba", come richiesto dal buon italiano.

Danfry ha detto...

Ringrazio una volta di più Palantir per la pacatezza. D'istinto io mi incavolo da matti: ma come si fa ad assimilare HP addirittura alla pedofilia?! Perché questa ansia di demonizzazione? Perché poi la magia di Harry Potter sarebbe così drammaticamente deleteria mentre quella di Gandalf, Saruman, Aslan o la strega bianca sarebbe invece buona, "molto buona", per l'intera civiltà? Tu Palantir, riesci a trovare un senso, per quanto opinabile? Devo andarmi a leggere il saggio Sulla Fiaba di Tolkien: chissà cosa può aver scritto che il "nostro" ritenga di poter condividere... Un saluto a tutti (il 17 luglio sta per arrivare!!)

Palantir ha detto...

Rieccomi qui. Saluti a tutti.

Danfry, sul saggio di Tolkien hai ragione. Non c'è assolutamente nulla che tiri acqua al mulino di Rialti.

A Rialti e ad altri deprezzatori della Rowling vorrei domandare se davvero credono che la magia praticata nel mondo di Harry funzioni anche nel nostro mondo. Mondo in cui finora non ho mai visto scope volare.

A domani