mercoledì 16 gennaio 2008

una creatura ributtante

Ricominciamo allora da un domanda di gio: che cos'è quella creatura che geme impotente nel capitolo King's Cross?
Tutti sappiamo che è Voldemort, cosicché la domanda si potrebbe riformulare così: che ci fa lì Voldemort, e perché presenta tale aspetto?
Forse è più facile dire perché appare in quella forma. Si tratta della forma quasi fetale che aveva all'inizio del Calice di Fuoco, quando doveva contare in tutto e per tutto sull'aiuto di Codaliscia. E di nuovo compariva nella stessa guisa nelle scene finali del Calice di Fuoco, quando Codaliscia compie l'incantesimo che restituisce a Voldemort un corpo, quel corpo che poi l'accompagnerà fino alla morte.
Si tratta quindi dell'unica forma consentita al frammento d'anima che era rimasto in Voldemort dopo la creazione delle horcrux. Una forma che non avrebbe la forza di sopravvivere, se non perché sostenuta dalle horcrux allora esistenti.
Nagini, l'ultima horcrux, è ancora viva. Ma come mai Voldemort si trova a King's Cross con Harry, se non è ancora morto?

16 commenti:

iL FuNamBoLo!? ha detto...

credo che non sia voldemort stesso con Silente e Harry..credo sia solo il frammento che Harry si è tolto da se quello che si vede come un feto

Agape ha detto...

Mhm, da quanto ne so io la zia Row ha chiarito questo dilemma. Quell'essere ributtante sono quelle parti di anima che erano nascoste all'interno degli horcrux distrutti. Io credo che si trovino ancorà lì perchè non possono andare "oltre" fin quando non si ricongiungeranno con le altre due parti mancanti, la parte di anima presente in nagini e nello stesso Voldemort.

martuccia ha detto...

secondo me non dobbiamo considerare l'essere come tutti i frammenti di anima racchiusi nei vari horcrux distrutti, ma nel "limbo" dove si trova harry secondo me avviene la separazione dalla sua anima e dal frammento di quella di voldemort, quindi il feto che harry vede secondo me è il frammento di anima di voldemort che harry si è appena tolto dal corpo, e secondo me ha la stessa forma che aveva nel calice di fuoco perchè è in quel modo che è stato racchiuso nel corpo di harry..!!

lucia ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
elypotter84 ha detto...

salve!io ho aspettato l'uscita di hp in italiano quindi l'ho letto da poco!è stato favoloso come sempre avventurarmi tra quelle pagine e devo dire che i post di palantir e i vostri commenti sono molto illuminanti!!ci sono delle cose che non mi sono ancora chiare:1 come ha fatto voldemort nel 4 a superare la protezione fornita da lily...2 quando silente ha detto a harry che lui era vivo finchè voldemort restava in vita,x un attimo ho pensato che harry dovesse qiundi comunque morire insieme a voldemort e che dovesse tornare indietro per ucciderlo "con le sue mani",dopodichè morire a sua volta!3 una volta che si sono trovati nello scontro finale faccia a faccia davanti a tutti e voldemort(non con la bacchetta di sambuco)ma con una semplice bacchetta avesse colpito harry con l avada kedavra questi sarebbe morto?in sostanza harry avrebbe potuto "usufruire"nuovamente dell errore di voldemort?4 cosa è successo di preciso all'inizio del 7 quando la bacchetta di harry ha agito da sola contro quella di malfoy usata da vold?mi scuso per la confusione!

gio ha detto...

sono daccordo con agape, anche perchè altrimenti i frammenti di anima che erano negli altri horcrux dove sarebbero andati a finire??

elypotter84 ha detto...

ma non c'è più nessuno?????????

Anonimo ha detto...

Anche io aspetto presto qualche commento, cmq cara Ely, se vai nei commenti del 2007 troverai credo mnolte delle risposte alle tue domande, perchè di alcuni argomenti si è già dibattuto ;)

elypotter84 ha detto...

li ho letti tutti!forse mi è sfuggito qualcosa...

Anonimo ha detto...

Non ho le idee chiare, ma penso che una traccia da seguire possa essere:

1.Voldemort è protetto dal sangue di Harry
2.Harry è protetto dal sacrificio di Lily
3.Il frammento di anima di Voldemort presente in Harry non è protetto nè dal sacrificio di Lily nè - tantomeno - dal sangue di Harry.

Quindi quando l'avada kedavra colpisce è l'unica cosa che può morire.

Otto Orizzontale

Celulite ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

...e se il limbo di King Cross non fosse lo stesso limbo in cui è finito Voldemort dopo che è morto a Godric' sHollow?

Otto Orizzontale

Anonimo ha detto...

Sono Danfry (anche se non riesco ad inserirlo come facevo prima). Che piacere vedere il blog che riprende vita! Davvero avevo perso le speranze.
Saluto tutti ed in particolare Martuccia che rileggo con piacere e con la quale condivido l'interpretazione sul punto specifico. Il neonato ributtante è il frammento di Voldemort che era in Harry. E come Agape, ritengo che resterà nel limbo fino a quando non si ricongiungerà con le altre sue parti (due ancora da distruggere, 5 distrutte e forse vaganti in altri limbi come suggerito da Anonimo) e potrà "andare oltre". Probabilmente tutti gli otto frammenti di anima di Voldemort avranno avuto lo stesso aspetto visti dopo la distruzione. Mi piace pensare che l'aspetto attribuitogli dalla scrittrice simboleggi da un lato l'incompletezza propria di un frammento, così come un neonato è lungi dall'essere l'adulto completo che sarà pur avendone in sé tutti i tratti basilari, ed è rivoltante perché Voldemort lo è, cattivo e presuntuoso e arrogante fino all'idiozia -di errori ne fa davvero tanti- e incapace di un benché minimo barlume di umanità o compassione.
Per rispondere all'interessante domanda nr. 3 posta da Elypotter84, bisogna considerare che continuando Harry a condividere il proprio sangue con Voldemort, il rinnovato potere del sacrificio di Lily lo avrebbe dovuto proteggere. Ma allora la bacchetta di sambuco era necessaria alla salvezza di Harry o solo un di più? Comunque, per uccidere Harry sarebbe stato sufficiente farlo colpire con l'avada kedavra da chiunque non fosse Voldemort e non usasse né la bacchetta di sambuco e nemmeno, tanto x star sicuri, la veccchia bacchetta di Voldemort. Se Goyle nella stanza delle necessità, per esempio, lo avesse colpito con l'anatema mortale scagliato dalla propria bacchetta, Harry sarebbe morto.
Qui mi fermo. Ma: Palantir dove sei?

elypotter84 ha detto...

grazie danfry!comunque anche io mi chiedo dove sia finito palantir!dacci un segno!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Da Danfry.
Devo fare una correzione. JKR spiega chiaramente ed inequivocabilmente sul suo sito che la creatura ributtante non è il frammento dell'anima di Voldemort presente in Harry, ma quello contenuto nel corpo dello stesso Voldemort, l'ultimo a dover essere affrontato. Questa interpretazione spiega l'atrimenti inspiegabile affermazione di Harry durante il duello finale, quando invita Voldemort a provare rimorso "...altrimenti ho visto quello che diventerai". Quindi in "King Cross" abbiamo avuto la visione anticipata di quello che è rimasto di Voldemort dopo la sua sconfitta.

Anonimo ha detto...

Rimorso:
per quel che mi riguarda l'invito di Harry a Voldemort a provare rimorso non è molto sensato. Almeno due volte Harry prova rimorso nel libro (con Molly e con Lupin). In entrambi i casi si erano verificate due condizioni: Harry si era comportato male con qualcuno che lo aveva amato. L'incontro fra errore ed amore genera il rimorso. Ora, non mi pare che questa condizione si verifichi nell'incontro fra Harry e Voldemort. O Harry non ha capito niente del rimorso, o non ho capito niente io. A presto, su questo fichissimo blog. Otto Orizzontale.