domenica 11 novembre 2007

King's Cross (spoiler)

Il capitolo più misterioso dell'intera saga di Harry Potter è forse quello intitolato King's Cross. Il nome è quello della familiare stazione dei treni, ma non viene subito riconosciuto da Harry. Soltanto nel corso del dialogo con Silente riesce a dare un nome al luogo dove si trova. Ma sembra quasi che occorra che Harry le dia un nome. Perché Harry non la riconosce subito?
Difficile che l'ostacolo sia la nebbia, certo non insolita. Piuttosto, Harry non è pronto a riconoscere il luogo dove si trova, perché pensa di essere morto, e non si aspetta di certo di ritrovarsi alla stazione.
Ma Harry è morto, oppure no?

7 commenti:

Martuccia ha detto...

l'ho già detto in un commento precedente..credo che harry non sia morto..ma nenanche vivo,
penso che si trovi in una sorte di limbo, come se qualcuno avesse shiacciato il tasto "pausa" la sua anima si sia momentaneamente staccata dal suo corpo e si fosse trovata li...
credo che la Rowling abbia dato al "posto" il nome della stazione proprio per dare l'idea di "un luogo di passaggio", come poi si rivela veramente, visto che Harry può decidere se andarsene o tornare indietro...

Danfry ha detto...

Anche secondo me Harry non muore, la violenza dell'anatema lo precipita in una sorta di coma dal quale solo una forte volontà di vivere può richiamarlo. Volontà proprio di vivere e non tanto di sconfiggere Voldemort. Harry, come Silente prima di lui, ha disposto le cose in modo che altri avrebbero potuto provvedere a questo: Ron, Hermione ed ora anche Neville. In questo senso mi piace pensare a Harry Potter come inno alla vita per sè stessa, con la sua bellezza ed i suoi valori, non solo come dovere sacrificio e missione.
Più che "riconoscere" King Cross, Harry deve "inventarla": ecco perché gli ci vuole del tempo. Pensava di morire e mentre giace invece semi-svenuto la sua mente lavora frenetica per ricostruire l'accaduto, tessere la trama di tutta la sua vita, proprio al modo di un sogno. King Cross in quanto stazione rappresenta certamente un luogo di Passaggio, dove decidere se proseguie o tornare indietro. Ma è sempre stato anche il Confine fra il mondo magico e quello babbano fra i quali Harry si è sempre dovuto dividere.

mnkn,n. ha detto...

aaaa

danfry ha detto...

Ditemi: questo blog va considerato esaurito o possiamo sperare che l'uscita in italiano lo rinvigorirà? Palantir: ci sei ancora?

martuccia ha detto...

anche io lo volevo chiedere la stessa cosa..
ogni tanto vengo a fare un giro nell speranza di trovera un nuovo post..ma nada..!!
sper che l'uscita del libro in italiano faccia tornare tutti qui..!!!
sperum!!
comunque auguro a tutti un fantastico 2008!!
baci

gio ha detto...

ciao a tutti! volevo sapere qualcosa in più su quella "creatura" che geme in un angolo mentre Harry parla con Silente dopo lo scontro con Voldemort.... ma cosa è di preciso??

_x_X_Michael_X_x_ ha detto...

Harry nn è per niente morto, al massimo svenuto, o qualcosa di magicamente simile. A sostenere la mia tesi ecco una prova schiacciante, che si trova a pagina 652 riga 16 parla Silente
' Il suo corpo tiene vivo il sacrificio di Lily, e finchè quell'incantesimo sopravvive, sopravvivi anche tu, e soppravvive l'ultima speranza di Voldemort per se stesso '